Servizio Civile a San Paolo: Bea e Lucia

29 Agosto 2017
Servizio civile estero CMV Villaregia Comivis

Beatrice e Lucia sono impegnate, da novembre 2016, con COMIVIS, in una esperienza di Servizio Civile all'Estero. Le due ragazze collaborano attivamente nella locale missione della Comunità Missionaria di Villaregia a Embu-Guaçu/Itapecerica da Serra, nella periferia di San Paolo. 


Mancano un paio di mesi circa al loro ritorno a casa ma il bagaglio di esperienze di Beatrice e Lucia è già carico...tante le emozioni e le storie toccate con mano. Un'esperienza di Servizio Civile che ha aperto loro gli occhi e che gli ha fatto scoprire la gioia della "missione".

Leggi la loro testimonianza:

BEATRICE: "NON SEI SOLO UN EDUCATORE...SEI MAMMA, BABBO, AMICO O AMICA"
 


"Sin dal mio arrivo mi sono sentita accolta. Nemmeno per un momento mi hanno fatta sentire “gringa” (un vezzeggiativo che si usa qui per chiamare di straniero una persona). Al contrario i brasiliani ti coinvolgono, ti aprono la porta di casa per mangiare insieme e sono estramamente conviviali.

Io trascorro la maggior parte della mia giornata al Centro Infanto Santa Julia. Grazie a un bellissimo lavoro di squadra tra colleghi, siamo riusciti a creare ottime relazioni con i ragazzi che partecipano alle attività. Mi sento parte delle loro vite, perché ora conosco le loro storie. Visitando il Centro Infanto ci si rende velocemente conto che il clima di amicizia tra educatori e ragazzi è vero. A volte infatti non sei chiamato ad essere solo un educatore (che è già di per se un lavoro molto faticoso) ma sei chiamato ad essere, mamma, babbo, amica o amico. Lavorare in questo clima di sostegno è veramente gratificante!

A giugno sono tornata in Italia per tre settimane e ho potuto portare anche ad altri l’esperienza che vivo al Centro Infanto. Con l’aiuto della mia famiglia e della mia parrocchia, ho organizzato una serata di beneficenza con l’obiettivo di raccogliere fondi per il Centro e condividere con la mia città l’esperienza che vivo qui a San Paolo con i missionari di Villaregia. 
 

SERATA DI BENEFICENZA PER IL CENTRO INFANTO SANTA JULIA


Il pubblico era entusiasta e alcuni si sono anche interessati chiedendomi informazioni per fare un periodo di volontariato al Centro.

Questa esperienza al Centro Infanto e con i missionari è stata di grande crescita personale, molto significativa per me. Sono oggi fidanzata con João, un ragazzo brasiliano. Sarà forse un giorno questa terra la mia casa?! Il mio cuore é aperto". Beatrice

 

LUCIA: "BASTA UNA PICCOLA DOSE DI SPIRITO DI ADATTAMENTO"
 


"Arrivando nella zona dove attualmente vivo la prima impressione è di una grande povertà rispetto agli standard a cui siamo abituati, ma niente che non si possa superare con una piccola dose di spirito di adattamento. Andando più a fondo nella realtà però poi si scopre la grande accoglienza e generosità di queste persone, ed è qui che inizia la vera esperienza. Il servizio civile lo sto svolgendo presso la locale missione della Comunità Missionaria di Villaregia. Dedico il mio impegno al progetto della CMV “Joventude da Hora”, curando l’ambito amministrativo, dove mi divido tra banche dati, certificati, depliant informativi/divulgativi, post Facebook, liste di presenze e se necessario anche la pulizia del nostro ufficio.

 


Ho trovato un mio equilibrio nella vita comunitaria con i missionari. Da subito c’è stato rispetto reciproco e molta accoglienza da parte loro. Vivo nella stessa casa con le missionarie ma allo stesso tempo posso avere la mia autonomia. Personalmente vivo molto la vita comunitaria, mi piace, e ho scelto questo progetto anche per questo motivo. Attraverso i missionari e partecipando alle attività della comunità ho avuto modo di conoscere molte persone, di capire meglio la realtà brasiliana e di potermi inserire di più in questo contesto. Tutte le persone e i giovani mi hanno da subito accolto bene. Particolare è stata l’accoglienza dei ragazzi che hanno partecipato alla “Missão” (missione), che si è svolta la seconda settimana di gennaio. Da subito tutti hanno cercato di farmi sentire a mio agio, anche con il mio portoghese precario, e non c’era un momento in cui non mi trovavo a rispondere alle loro mille domande. Questa situazione mi ha permesso di superare la timidezza che mi caratterizza e di instaurare ottimi rapporti con tutti.

 



 

Sono pienamente soddisfatta di questa esperienza di servizio civile. Certo, ci sono alti e bassi, soprattutto perché sto vivendo un periodo di servizio in un contesto non sempre facile e numerose sono le domande alle quali, spesso, non è semplice dare una risposta". Lucia

 


 

LEGGI IL BLOG DELLE NOSTRE VOLONTARIE!

Categoria: