Polo aggregativo sportivo in Mariano Melgar a Lima

Il contesto

Il partner locale di CO.MI.VI.S.è la Comunidad Misionera de Villaregia, a cui è affidata la cura pastorale dell’area interessata dal progetto, ed opera in modo stabile dal 1986 nella periferia sud di Lima. Fin dal suo arrivo si è impegnata nella promozione umana avviando programmi di sviluppo a partire dalla formazione delle coscienze e dalla maturazione della mentalità e dei costumi.

Il distretto Villa Maria del Triunfo è l’area interessata dal progetto ed è situata nella vasta zona desertica sita nella periferia sud di Lima. La maggioranza dei residenti è costituita da famiglie trasferitesi dalle zone interne del Paese negli ultimi 20 anni per fuggire dal terrorismo che negli anni novanta ha colpito duramente il Perù. Sono arrivate qui cercando migliori opportunità di vita e per poter vivere in pace. Altre inizialmente si erano insediate in quartieri più vicini al centro città, poi a causa della precaria situazione economica e lavorativa si sono trasferite in questo territorio.

Nell’area si registra una popolazione di circa 100.000 persone; il 36,8% si trova in situazione di povertà relativa (incapacità di sostenere tutte le necessità di una famiglia), di cui il 10,8% sono poveri assoluti (incapacità di sostenere nessuna necessità di una famiglia). Il 56,1% della popolazione ha età compresa tra 18 e 59 anni, e solamente il 4,1 % ha piú di 60 anni. Il 49,6% sono i poveri relativi con un’età minore di 20 anni.

Allo scopo di diffondere, in questo contesto così difficile, atteggiamenti e modi di vita sani e liberi dalla violenza, è stato ideato un  progetto per la realizzazione di attività di carattere sociale, sportivo, educativo e culturale, in uno spazio sicuro e presidiato. 

Si tratta della realizzazione di un centro sportivo aggregativo, il “Centro de Esparcimiento Mariano Melgar”, verrà gestito dal Consiglio di quartiere e prevede una sala polivalente, un asilo, un campo sportivo con tribuna e spogliatoi, un campo sportivo di erba sintetica, giochi ricreativi per bambini.

Il progetto è alla sua prima tappa di realizzazione.

Gli obiettivi e le attività

Obiettivo generale: ridurre la disgregazione sociale e familiare, la violenza e il disagio di adolescenti e giovani residenti nel quartiere di Mariano Melgar e limitrofi, situati nel distretto di Villa María del Triunfo, nella periferia sud di Lima.

Le attività previste per la realizzazione dell'obiettivo generale sono:

- Avvio di un'infrastruttura sportiva e aggregativa attrezzata, accessibile a tutti i residenti e fruibile in sicurezza dalla popolazione locale, in particolare dagli adolescenti e giovani.

- Realizzazione di attività sportive, educative, culturali per la popolazione del quartiere.

Risultati conseguiti al 20 ottobre  2015

Stesura ed approvazione della convenzione con il Consiglio di quartiere per la esecuzione dei lavori e per la gestione futura dell’area. Stesura ed approvazione degli accordi con i diversi partner del progetto. Realizzazione di costruzioni ed impianti. Livellamento del terreno dell’area del Centro. Realizzazione di un campo sportivo di 500 mq. Costruzione di tribune coperte di cemento della lunghezza di 30 m. Realizzazione di un area ricreativa di 50 mq. Completamento del muro perimetrico per 200 m. Realizzazione degli impianti elettrico, idraulico e sanitario della struttura. Installazione delle attrezzature. Arredi per le attività sportive (erba sintetica, reti). Installazione di giochi ricreativi per bambini.

L'impegno dell'Associazione

CO.MI.VI.S. ha erogato per questo progetto un finanziamento pari a € 60.022,23, di cui € 38.822,23 provenienti dalla raccolta 5x1000 relativa alla finanziaria del 2012. L’organismo locale beneficiario è la Parrocchia “La Trinidad ”, sita nella periferia sud di Lima, affidata alla Comunidad Misionera de Villaregia.

I partner sostenitori, oltre a CO.MI.VI.S., sono la Giunta direttiva del Consiglio di quartiere, il Municipio di Villa María del Triunfo e l’industria UNACEM. CO.MI.VI.S. ritiene infatti fondamentale che i soggetti istituzionali coinvolti nel progetto, che operano in campo sociale, ecclesiale, culturale e che sono presenti nell’area, lavorino in rete per ottimizzare le risorse e ottenere validi risultati. 

Nello scorso mese di ottobre il Centro è stato inaugurato alla presenza dei rappresentanti di alcuni partners sostenitori.