Mostra “I tuoi passi nel mondo”

Animali esotici imbalsamati; pannelli interattivi con immagini, dati e citazioni illustri; tecniche di pittura peculiari; ricostruzioni plastiche di scenari di paesi lontani abbelliscono gli oltre 300 mq di superficie espositiva, interamente destinati ad un avvincente percorso di conoscenza e Educazione allo Sviluppo dal titolo “I tuoi passi nel mondo”.

Allestita nel 2005 a Pordenone, la mostra è stata realizzata, non a caso, nel territorio di uno dei Comuni italiani con la più alta percentuale di immigrati.

Anche per questo motivo l’esposizione, allestita dalla Comunità Missionaria di Villaregia in collaborazione con CO.MI.VI.S., si dispiega nell’intento di suggerire al visitatore un percorso suggestivo, che dischiude ai problemi della mondialità e alle attuali prospettive della cooperazione internazionale, favorendo la conoscenza delle differenze culturali e delle problematiche di rapporto tra Nord e Sud del mondo.

L’itinerario sviluppa i diversi aspetti in due fasi:

La prima fase, identificata dal tema “Un mondo di disordine”, presenta le problematiche che generano disgregazione, ingiustizia, disparità nell’odierno panorama internazionale, con le relative conseguenze più drammatiche: il lavoro minorile, la realtà dei bambini soldato, la precaria situazione della donna, la mancanza di assistenza sanitaria, la malnutrizione, il limitato accesso all’acqua.

Il principale obiettivo di questa tappa è quello di aprire uno spiraglio che permetta al visitatore di collocare il suo sguardo al di là della cronaca di guerra e dei tanti fatti di violenza riportati ogni giorno dai media, per immergersi nella conoscenza di situazioni “altre” che, in genere, non fanno notizia. Violenza e soprusi nascono, infatti, dall’indifferenza che predomina quando la vita e la dignità di ogni persona non sono stimate come il bene più grande, da anteporre a qualsiasi altro interesse.

L’infanzia negata, l’assistenza sanitaria negata, il sostentamento primario negato hanno come risultante, per tanti, un futuro e una vita senza speranza.

La seconda fase rappresenta, invece, il ripristino dell’ordine e dell’armonia originari, attraverso scelte personali e collettive di sobrietà e condivisione. Il percorso stimola la riflessione presentando la testimonianza di persone che hanno speso la loro esistenza per gli ideali della giustizia, del rispetto delle differenze, della solidarietà e della pace.

Alla comunità degli uomini è affidata la responsabilità di affrontare e risolvere lo squilibrio ambientale, riportando la natura alla sua originaria armonia. In questa sezione della mostra si invita il visitatore a soffermare l’attenzione sulle attività, nate a servizio della gente, nelle diverse missioni estere della Comunità Missionaria di Villaregia. Si tratta di veri e propri laboratori di vita e di speranza, dove tanti hanno l’opportunità di crescere, formarsi e riscattarsi nella propria dignità di persone.

A questo punto, la spinta a riscoprire e schierarsi a favore dei valori diventa impellente. L’ultima sezione della mostra invita a puntare in alto, a coltivare sogni grandi ed importanti, senza arrendersi nel perseguire i propri ideali, credendo che anche i piccoli e semplici passi di una singola persona, compiuti con impegno e perseveranza, possono lasciare una traccia nel corso della storia del mondo, per il progresso dell’umanità.

La mostra è indirizzata a gruppi aderenti a diverse realtà sociali ed ecclesiali, scolaresche e persone di qualsiasi età desiderose di entrare in contatto con luci ed ombre, bellezze e problemi di alcuni Paesi del mondo.

Contattando previamente la sede CO.MI.VI.S. di Pordenone sarà possibile effettuare la visita completa, con l’ausilio e il supporto formativo di una guida incaricata.

Leave a Comment

Your email address will not be published.