È online il bando 2023 per il servizio civile universale

Cerchiamo 3 volontari da inviare in Perù

Il 22 dicembre è stato lanciato il Bando 2023 del Servizio Civile Universale. Sono 52.236 i posti disponibili per i giovani tra i 18 e 29 anni (non compiuti) che vogliono diventare operatori in uno progetti che si realizzeranno tra il 2024 e il 2025 su tutto il territorio nazionale e all’estero.

È possibile candidarsi fino alle ore 14.00 di giovedì 15 febbraio 2024

Cos’è il servizio civile universale?

È la scelta di dedicare alcuni mesi della propria vita all’educazione, alla pace tra i popoli e alla promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana, attraverso azioni per le comunità e per il territorio. Il Servizio civile rappresenta un’importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale per i giovani, che sono un’indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese.

La Comunità Missionaria di Villaregia per lo Sviluppo (Comivis) partecipa al servizio civile universale attraverso la Federazione Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario (Focsiv), che interpreta il servizio civile come un’opportunità concreta di solidarietà internazionale, con l’obiettivo di stimolare un senso di cittadinanza e partecipazione attiva e non-violenta nei giovani. 

Possono presentare domanda i giovani (con cittadinanza italiana o di un Stato membro dell’Unione europea) senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto i 18 e non superato i 28 anni di età.

Quali sono le proposte di Comivis?

Partecipiamo al bando 2023 con il progetto Caschi Bianchi per il diritto alla salute in Perù, che prevede 3 posti a Lima.
Clicca qui per leggere i dettagli della proposta.

Scegliere questo progetto significa vivere un anno in Perù, nella periferia a sud di Lima, dove la Comunità Missionaria di Villaregia per lo Sviluppo opera per aiutare centinaia di bambini, donne e uomini che vivono in condizioni di estrema difficoltà, operando negli ambiti dell’assistenza sanitaria e della prevenzione del disagio giovanile.

Le attività in cui saranno coinvolti i giovani selezionati sono:

  • Promozione di azioni sanitarie per favorire lo sviluppo psicofisico della popolazione infantile
  • Rafforzamento dell’accesso ai farmaci per la popolazione povera dell’area
  • Prevenzione e recupero di adolescenti e giovani a rischio.

Chi può partecipare? 

Possono candidarsi giovani che siano in possesso dei seguenti requisiti

  • età compresa tra i 18 e i 29 anni non compiuti (28 e 364 giorni)
  • cittadinanza italiana, di altri Paesi dell’Unione europea oppure di un Paese extra UE purché regolarmente soggiornante in Italia
  • non abbiano riportato condanne, anche non definitive, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata. 

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio

A chi chiedere informazioni? 

Scrivi a Giulia all’indirizzo email servizio.civile@comivis.org o chiama il numero 0426 322608.


Vuoi saperne di più sul servizio civile? Vuoi conoscere meglio i nostri progetti o capire se questa opportunità fa per te?
Partecipa al webinar informativo che abbiamo organizzato per rispondere alle tue domande. Clicca qui per iscriverti